Feed RSS

Archivi tag: indigeni

Visita ai Mapuche, popolazione indigena del sud

Inserito il

Quando siamo stati a Pucón non ci poteva sfuggire la visita ad una famiglia Mapuche.

Foto antica di donne mapuche

Iniziamo per parti, vediamo chi sono questi Mapuche con un pó di storia. Inanzitutto vi devo confessare che io sono una grande ammiratrice di questa popolazione indigena, ho letto un sacco di libri che raccontano di loro e ora che vivo qua in Cile ne capisco molto di piú.

Entrata alla casa della famiglia che ci ha ospitato

Mapuche significa “gente della terra“, la loro lingua ufficiale é il Mapudungun e hanno anche una bandiera propiaOriginalmente vivevano nel nord del Cile e si espandevano fino alla Patagonia Argentina. Fino a prima dell’arrivo degli spagnoli i mapuche vivevano praticando la pesca e la caccia di animali. Con gli anni i mapuche sempre hanno lottato  e hanno resistito alla colonizzazione fino alla fine, sono stati molto forti e nessuno é riuscito a combatterli. La guerra tra Mapuche e spagnoli duró piú di 300 anni e attualmente le diverse rappresaglie continuano.

La Ruka, casa tipica mapuche e un kultrun, strumento simile al tamburo che serve per invocare gli dei

Oggi giorno ci sono molti conflitti tra i winka (i cileni per i mapuche) e i mapuche, i primi vogliono espropiare i terreni e i secondi rivogliono le loro terre. Bisogna dire che con il corso degli anni i mapuche si sono ridimensionati e le zone da loro occupate sono poche nel sud del paese e al sud di Argentina.

Interiore della Ruka, bandiera mapuche e i tipici cappotti degli uomini

La loro cultura é molto saggia e tutte le famiglie sono costituite da un “lonko” (“capo” in mapudungun). Quasi sempre sono famiglie numerose, i figli aiutano nell’agricoltura e se sono maschi é meglio. Lavorano molto bene l’argento e la musica é un elemento predominante in tutta la loro vita. La machi é la donna che  ha il potere religioso e protegge il popolo mapuche.

La signora Rosario ci mostra come si tesse la lana di pecora e le cose fatte da lei

Devo dire che il popolo mapuche sempre ha vissuto ingiustizie che tutt’ora seguono, invece di fomentare una cultura millenaria in via d’estinzione il governo attacca, só que non tutti saranno d’accordo con quello che dico perché sono cosciente che esistono giovani mapuche terroristi, ma forse sono arrivati a questi estremi per tutto quello che hanno dovuto passare negli anni.

Bé che dire...questa sono io in versione mapuche suonando il kultrun

Vi consiglio la lettura di questi libri per capire e conoscere da piú vicino la loro cultura e farvi trascinare in un nuovo modo di vedere la vita.

Tornando all’escursione ci hanno accolto con molta semplicitá la signora Rosario e il lonko. Ci hanno preparato dei piatti tipici e abbiamo giocato alla “chueca” gioco tipico una specie di hockey…una giornata indimenticabile tra chiacchere e scambi di visioni. Vi lascio un paio di foto e spero che vi piacciano e vi faccia voglia di scoprirne un pó di piú.

Io e il lonko, vincitori della partita di chueca, e il lonko rilassandosi davanti al fuoco nella ruka cucina