Feed RSS

Archivi tag: Bevanda

Come far passare la sete in estate

Poco a poco si stanno aprendo le porte dell’estate. I primi caldi sono arrivati, i venditori ambulanti già hanno messo via la vendita di cioccolata e ora via di gelati e ghiaccioli.

Che c’é di meglio che bere un buon drink per far passare la sete e il calore!

In Cile ce ne sono un paio di ottimi che vi consiglio di preparare:

1- Borgoña o vino con frutta

La tecnica e gli ingredienti sono semplici: macerare la frutta della stagione tagliata a pezzettini con zucchero e un buon vino (puó essere bianco o rosso). La frutta piú usata sono le fragole, le pesche o i ribes…ogni versione é ottima per togliere la sete.

Raccomando:  per quando si ha sete e fame, visto que il borgoña idrata e nutre simultaneamente, peró non in proporzioni uguali…eheeheh

2- Melone con vino (Melvin)

Un classico dell’estate, non esiste festa dove non si prepari un buon melone con vino! Si prepara e si serve dentro lo stesso melone. Vino bianco e polpa del melone raschiata con un cucchiaio, stando molto attenti a non rompere il guscio. Si beve con cannucce e il melone si condivide tra tutti.

Raccomando:  Non adatto per persone scrupolose o complessate! Un ottimo drink portatile, bisogna avere un buon equilibrio per non perdere il vino…

3- Submarino

Forse sporcare la birra é un sacrilegio peró quando le birre a disposizione sono quelle dell’ultima fila del supermercato non é poi molto male! Quindi nel fondo del bicchiere si può aggiungere un pó di granatina del sapore che più ci piaccia. Si agita sempre con una cannuccia e si beve per trascorrere il pomeriggio assolato…

Raccomando:  quando non si hanno molte più aspirazioni nel giorno che quella di rilassarsi!

4- Anguria con Vodka

Forse non é nulla di nuovo. Inserire con una siringa la quantitá di vodka desiderata, lasciarlo nel frigorifero almeno una notte e servire nella spiaggia ed é party!!

Raccomando: le angurie sono il doppio delle nostre quindi é per persone con molto tempo…

Questo post é da prendere con la dovuta moderazione….:)

Annunci

Il “Mote con huesillo” nel cerro san Cristobal

Inserito il

Se si vuole conoscere la grandezza di Santiago non esiste miglior posto che la collina “il cerro” San Cristobal.

Nel mezzo della cittá si solleva questa collina che insieme ad altre montagne formano il parco Metropolitano di Santiago che é il piú grande del Cile ed é uno dei piú grandi del mondo, con oltre 700 ettari di verde.

Vista di Santiago dal cerro San Cristobal

Per salire alla cima ci si puó arrivare in macchina, a piedi, per i temerari in bicicleta oppure in una comoda funivia. Dalla cima si ha una vista panoramica di tutta la cittá, della cordillera delle Ande e se si vuole si puó visitare il parco zoologico che si trova alla metá della collina.

Sulla punta della collina troviamo un santuario con una grandissima statua della Madonna “la Inmaculada Concepción” la quale é un gran punto di riferimento sia di giorno che di notte, nonché un gran simbolo per la città.

La statua della Madonna sul cerro San Crustobal

Ovviamente quando ci fui la prima volta presi la funicolare. Raggiungere la cima in una bella giornata soleggiata si può apprezzare la natura che circonda la grande città metropolitana piena di traffico e poter respirare un’ aria pulita e fresca.

La funivia per arrivare sulla cima della collina

La piazzetta che ci accoglie é piena di baretti tipici e ciurme di ciclisti domenicali che assetati e stanchi si accomodano sulle panchine bevendo una bevanda rinfrescante tipica cilena: il “mote con huesillo“.

Il mote con huesillo, bevanda analcolica fresca

Però per semplificare le cose é un succo di pesca molto dolce analcolico. É una bevanda che si beve fredda, e si trova in moltissimi chioschi nella strada. Il “mote” é grano tenero e gli ossi “los huesillos” sono le pesche secche. Il succo che ne esce dalla cottura delle pesche é dolcissimo. Qua i cileni ne vanno matti e appena fa un pó di caldo é difficile non trovare qualcuno che non beva questa bevanda.

Io l’ho trovato forse un pó troppo dolce, però lascio ai vostri gusti.

 

 

Il terribile Terremoto cileno

Inserito il

Quando mi parlavano del Terremoto io pensavo al peggio, in effetti dopo aver scoperto di che si trattava, non só se il peggio arrivó peró sicuramente un giro inaspettato alla giornata avvenne.

Allora andiamo per parti.

Non voglio far prendere il panico a nessuno, qua in Cile i terremoti di carattere geografico esistono, anche molti, peró il terremoto della quale vi sto parlando é qualcosa di piú “leggero” ovvero una bomba alcolica che viene servita in molti bar ed é la bevanda nazionale che puoi trovare in tutte le feste popolari che si rispettino (come le nostre sagre!).

Per capire con piú dettagli il perché gli hanno dato sto nome vi spiego gli ingredienti.

– Vino bianco “pipeño” (vino dolce di una qualitá non troppo alta)

– Gelato di ananas (sí propio gelato!)

– E a volte gli aggiungono un pochino di fernet o un liquore amaro per dare la stoccata finale.

Cosí é come si presenta.

Dentro della Piojera dove il Terremoto vola a litri!!

Dopo aver provato il primo bicchiere il sorriso ti appare sul viso e lí rimane, al secondo non solo il sorriso ma le risate a crepapelle sono assicurate…al terzo…in veritá non l’ho ancora provato dopo il secondo ti dimentichi quello che stai bevendo!

É una grande invenzione, e il miglior posto dove bere un buon terremoto é alla “Piojera” che tradotto significa dai Pidocchi (tutta una premessa)…in questo bar sempre c’é gente soprattuto dopo le ore di lavoro. Si trova a Santiago in uno dei quartieri piú popolari, qua si trova il mercato centraleLa Vega.

Se cerchi un posto tipico dove puoi incontrarti con l’essenza stessa del Cileno profondo e vedere le facce dei turisti allucinando la Piojera é il posto che fa per te. Se in piú hai fortuna ti puoi beccare qualche artista suonando…

Un giorno qualsiasi fuori dalla Piojera, immagina com’é dentro!!!